Fino ad oggi, dalla data di pubblicazione della ricerca che diede il via al setting della patologia che prese il nome dei suoi autori Alzheimer-Perusini nel 1910, la natura delle cause scatenanti la malattia di Alzheimer sembravano difficilmente individuabili con certezza.

Nel corso del 2017 un gruppo di ricercatori italiani presso L’Università di Sheffield nel Regno Unito, pubblicando uno studio sul prestigioso Journal of Alzheimer’s Disease, sembrerebbe aver trovato degli elementi che porterebbero a una scoperta importante in tale ricerca.

Tale ricerca condotta attraverso particolari scansioni con Risonanza magnetica a 3 tesla accerterebbe che la perdita di cellule che producono dopamina può causare il malfunzionamento dell’ippocampo, quella parte del cervello deputata a creare i ricordi.

Anna Valeri, una delle ricercatrici dello Sheffield Institute for Translational Neuroscience afferma

” La nostra scoperta indica che se una piccola area di cellule del cervello, chiamata area tegmentale-ventrale, non produce la corretta quantità di dopamina per l’ippocampo, quest’ultimo non funziona più in modo efficiente. L’ippocampo è associato con la formazione di nuovi ricordi, per questo tale scoperta è cruciale per la diagnosi precoce dell’Alzheimer.

Il risultato mostra un cambiamento che scatta repentinamente e che può innescare la malattia. Questo è il primo studio al mondo che è riuscito a dimostrare questo collegamento negli esseri umani. Sono necessari ulteriori studi, ma questa scoperta può potenzialmente condurre a un nuovo modo di intendere gli screening per la popolazione anziana in caso di primissimi segnali di Alzheimer, cambiando la modalità in cui vengono acquisite e interpretate le scansioni diagnostiche del cervello e utilizzando differenti test per la memoria “.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...